Ecco cosa non perdere assolutamente nel giro del Gargano in un giorno!

Il Gargano è una zona meravigliosa della Puglia, ancora selvaggia e autentica.
Ecco i nostri consigli per visitare “il meglio” in un giorno, anche se un giorno non basta!

Partiamo!
Ecco l’itinerario che faremo (quello rosso), in senso antiorario.

Giro del Gargano in un giorno

Itinerario Giro del Gargano

L’itinerario inizia dal nostro B&B Villa Simone (ovviamente!😉), che si trova tra Monte Sant’Angelo, Mattinata e Manfredonia, ed è un ottimo punto di partenza per il giro del Gargano!

Spiaggia di Mattinatella

Spiaggia di Mattinatella

Prendiamo la strada in direzione Mattinata-Vieste, passiamo le gallerie di Mattinata.
Iniziano le curve della strada costiera panoramica, ma si iniziano a vedere anche i primi scorci della costa, uno spettacolo!
Questo tratto di costa è magnifico! Ci sono falesie bianche a picco su un mare azzurro e diversi punti panoramici in cui fermarsi per fare una foto.

Si continua sulla strada, si passano le indicazioni degli Hotel nella famosa Baia delle Zagare, o Baia dei Faraglioni, la spiaggia più famosa del Gargano (puoi leggere QUI come raggiungerla!).
Al primo tornante a sinistra si trova un piccolissimo parcheggio, sulla destra.
Qui si può lasciare la macchina e iniziare a percorrere il Sentiero dell’Amore, che arriva fino alla Baia di Vignanotica (un’altra splendida spiaggia, si trovano QUI maggiori informazioni).
Dopo circa 100 metri di cammino finalmente ecco la cartolina del Gargano: Baia dei Faraglioni in tutta la sua bellezza!
E’ la spiaggia simbolo del Gargano, con i due tipici faraglioni che ne fanno una splendida cartolina da fotografare!

Scattate una foto (anche 2), tornate al parcheggio e proseguite verso Vieste.

Baia di Campi

Baia di Campi

La strada è “tutta una curva”, a tratti panoramica, a tratti più interna.

Si arriva nella zona di Baia di Campi, dove si può fare una sosta bagno prima di proseguire.
E’ una bella spiaggia molto ampia che ha la particolarità di avere due isolotti proprio di fronte, e dove si trovano alcune delle grotte marine più belle del Gargano, magnifiche!

Si prosegue sempre in direzione Vieste, quando sulla strada trovate una grande torre saracena, fermatevi.
Siete in zona San Felice con una vista unica dell’Architello di San Felice, un altro simbolo del Gargano. La foto è d’obbligo!

Architello di San Felice

Architello di San Felice

Si continua, fino ad arrivare a Vieste, la Perla del Gargano!
Ci si accorge che stiamo per arrivare perchè il litorale cambia, le spiagge diventano più ampie e sabbiose.

La prima grande spiaggia che si incontra è quella del Pizzomunno, diventata famosa grazie ad una canzone di Max Gazzè che ha partecipato al Festival di Sanremo del 2018.
Il Pizzomunno è un enorme faraglione che si trova alla fine dell’ononima spiaggia, poco prima di arrivare a Vieste ed è legato ad una leggenda tanto romantica quanto dolorosa!

La leggenda narra che Pizzomunno fosse un bel giovane di Vieste, innamorato perso della sua bella Cristalda.
Le sirene che nuotavano nel mare di Vieste erano innamorate di Pizzomunno e gelose del suo amore per Cristalda. Così, accecate di gelosia, mentre Cristalda stava facendo un bagno nel mare, la trascinarono a fondo fino a farla annegare.
Pizzomunno si pietrificò per il dolore e diventò il faraglione che si può vedere sulla spiaggia.

Vieste

Una volta ogni 100 anni però la leggenda vuole che Pizzomunno ritorni in vita per poter riabbracciare la sua Cristalda in una notte d’amore.
E’ una leggenda molto struggente, ma anche molto romantica.

Nessuno sa quando sia la notte indicata dalle legenda, magari capita proprio quando sarete a Vieste!😂

La cittadina di Vieste è davvero molto carina e merita una visita.
Camminare tra i suoi vicoletti, vedere i negozietti, godere delle splendide viste panoramiche, un’atmosfera magica! (Anche se nei periodi fuori stagione Vieste è un po’ “morta”!)

Si riprende la macchina e si continua la strada costiera in direzione Peschici, in quella che viene definita la Costa dei Trabucchi.

Cosa sono i Trabucchi?
Sono delle antiche macchine da pesca di legno molto affascinanti.

Trabucchi e Torri Saracene

In questa zona del Gargano  adottarono questo mezzo alternativo per pescare (rimanendo sulla terraferma), per superare il problema dei pirati che svariate volte avevano attaccato e saccheggiato pescherecci in mare.

In questo tratto di costa si trovano tantissimi trabucchi, alcuni sono quasi ruderi, altri sono stati ristrutturati e sono in funzione.
In alcuni Trabucchi che sono nella zona di Vieste è possibile assistere a una dimostrazione di pesca.

L’Associazione Rinascita dei Trabucchi Storici organizza dimostrazioni di pesca, e con il ricavato delle escursioni vengono ristrutturati altri trabucchi e viene finanziata una scuola per trabuccolanti (coloro che sanno costruire e fare manutenzione ad un trabucco), un mestiere che si sta praticamente perdendo.

I Trabucchi nella zona di Peschici si sono trasformati per lo più in ristoranti di pesce molto caratteristici e con una stupenda vista panoramica.
Specialmente d’estate sono molto richiesti, quindi è sempre meglio chiamare per prenotare!

Continuando la strada si arriva a Peschici.
La cittadina è deliziosa. Piccoli negozi di artigianato, casette bianche, scorci fantastici e viste mozzafiato la fanno da padrone.
E’ d’obbligo prendere un bel gelato da Michel, la nostra gelateria artigianale preferita a Peschici!
Qui si trovano gusti originali e molto tipici. Avete mai assaggiato il gelato al caciocavallo?😋

Foresta Umbra

Foresta Umbra

Una breve visita e poi si riprende la strada verso Monte Sant’Angelo, passando dalla Foresta Umbra.
Consigliamo di cercare di attraversare la foresta prima che faccia buio.
E’ infatti una zona dove i telefoni non prendono, la strada è piena di curve e con l’imbrunire si possono incontrare mucche, cinghiali, volpi e addirittura i lupi (che è meglio non incontrare!)

La Foresta Umbra è una fantastica, diventata Patrimonio dell’Umanità UNESCO per le sue faggete antiche, alte più di 40 metri.
E’ incredibile come il Gargano sia così variegato: nel giro di 40 Km si passa dalla zona costiera ad una foresta così maestosa!
Qui è possibile fare trekking, andare in bicicletta, visitare il laghetto vicino oppure divertirsi a dare da mangiare ai daini che sono nella Riserva!

Basilica di San Michele

Basilica di San Michele

Riprendiamo la strada, in direzione Monte Sant’Angelo, la città dei due siti UNESCO.
Si arriva a fine giornata, e probabilmente molto stanchi, e quindi con poco tempo per visitare Monte Sant’Angelo.

Se arrivate prima delle 19 non potete assolutamente perdere la visita alla Basilica di San Michele, patrimonio dell’umanità UNESCO e simbolo di questo culto così antico.
E’ infatti una Chiesa millenaria, si scendono 86 gradini per arrivare nella grotta di San Michele, un posto molto toccante e suggestivo, assolutamente da non perdere!

Se non riuscite a trovare la Basilica aperta, potete sempre fare una passeggiata a Monte Sant’Angelo, e andare a cena in uno dei tanti ristorantini.
Tornate a visitare Monte Sant’Angelo, poche ore non bastano.

Ritorniamo al punto di partenza dopo aver percorso 17 tornanti, per finire in bellezza!
Ma ricordate…

“Ad ogni curva un bacio d’amor”! 😉

TRAVEL TIPS:

  • Anche se le distanze sembrano vicine, sul Gargano non ci sono strade dritte (tutte curve o addirittura tornanti!) e quindi il tempo di percorrenza aumenta.
    Non a caso c’è un detto, “Ad ogni curva un bacio d’amor”.
    Quindi approfittatene…😉
  • Il nostro tour dura un giorno, ma il Gargano merita una visita molto molto più approfondita!
  • Il Gargano è splendido sempre, ogni stagione ha la sua particolarità!
  • Il giro del Gargano dura almeno una giornata intera e bisogna partire presto.
    Le cose da vedere sono tante!
  • Consigliamo di vedere all’andata la parte costiera tra Mattinata e Vieste e al ritorno passare dalla Foresta Umbra.
    Infatti sulla costa che va da Mattinata a Vieste il sole va via presto nel pomeriggio.
    Se si vuole godere di una bella luce per fare le foto o fare una sosta bagno, è meglio la mattina, quando il sole batte dalla parte “giusta”.
  • Il periodo che va dalla metà di luglio fino a fine Agosto, il Gargano viene letteralmente presa d’assalto e i tempi di percorrenza possono aumentare.

Link utili:

  • B&B Villa Simone: è il Bed and Breakfast che gestiamo durante l’estate, ottimo punto di partenza per fare il giro del Gargano!
  • Sentiero dell’Amore: Ecco come visitare questo bel sentiero panoramico con una escursione organizzata molto carina.
  • Rinascita dei trabucchi storici: Tante informazioni per capire come lavora questa interessante associazione e  per partecipare alle dimostrazioni di pesca che organizzano. Molto interessanti!

Post correlati: