Abbiamo deciso di passare un weekend in Basilicata!
Partiti da Monte Sant’Angelo, sul Gargano abbiamo visitato una zona della Basilicata che non avevamo mai visto.

Ovviamente conoscevamo tutti e due Matera, ma volevamo scoprire nuove zone e ci siamo presi un weekend per farlo e abbiamo capito che due giorni assolutamente non bastano per vedere questa regione selvaggia, piena di sorprese e tutta da scoprire!

La prima tappa è stata la zona del Vulture.
Il Vulture è un vulcano “dormiente” si spera ancora per un po’, visto che l’ultima fortissima eruzione è stata 133 mila anni fa e gli studiosi dicono che questo tipo di vulcano erutta ogni 150 mila anni!!!
Speriamo che gli studiosi abbiano fatto bene conti e studi!

Comunque questa zona deve ringraziare questo vulcano e le sue eruzioni: con il tempo infatti il materiale eruttivo è diventato tufo, che costituisce il suolo ideale per la coltivazione della vite, da cui si ricava il buonissimo vino Aglianico del Vulture.

Ed è proprio nel tufo che sono costruite le cantine dove viene custodito il vino, e questa zona è piena di vigneti e cantine.

Noi volevamo visitare una cantina in questa zona e degustare del buon vino e abbiamo scelto le Cantine del Notaio a Rionero del Vulture.

Weekend in Basilicata                        

Abbiamo scelto di fare sia la degustazione che la visita alle cantine-grotte ed è stata davvero una bella esperienza!
Abbiamo scelto la degustazione di 3 vini e assaggi di formaggi e salumi locali.
Una ragazza molto preparata ci ha spiegato quello che stavamo degustando e pur non essendo intenditori è stato tutto molto interessante e soprattutto… buono!

Dopo la degustazione siamo andati a visitare le cantine: quasi 400 metri quadri di cantina scavata nel tufo dove sono conservate tantissime botti piene di vino!
E’ molto particolare visitare le cantine-grotte, capire i vari processi che deve compiere il vino prima di arrivare sulle nostre tavole ed è molto divertente conoscere le varie storie e le tradizioni che accompagnano da anni questi posti.

Terminata la visita alle grotte e comprata qualche bottiglia di Aglianico (e come potevamo andare via senza?), siamo risaliti in macchina in direzione Craco.

Cos’è Craco?
E’ una città fantasma, situata tra paesaggi spettacolari (quasi lunari!) ed è ormai completamente disabitata e abbandonata a causa di una frana che negli anni 60 ha completamente reso inagibile un paese!
Arriviamo, ci mettiamo i caschetti per proteggerci dalle eventuali cadute e via, con una guida andiamo a scoprire la storia di questo affascinante paese che ha fatto da set cinematografico  a molti film!

Weekend in Basilicata

.

Terminata la visita di questo paese fantasma ci avviamo verso l’ultima meta: Pietrapertosa, sulle Dolomiti Lucane, dove faremo l’esperienza adrenalinica che ci ha spinto fino a qui: il Volo dell’Angelo ( Clicca QUI per vedere la nostra esperienza)

In cosa consiste il Volo dell’Angelo? È un cavo di acciaio che collega i due paesini di Pietrapertosa e Castelmezzano, al quale si viene legati con un’apposita imbracatura e grazie al quale si può “volare”.

L’adrenalina è tanta, il paesaggio stupendo e i due paesini incastonati nelle rocce davvero particolari!

Weekend in Basilicata    Week-end in Basilicata

Insomma, il weekend in Basilicata è stato emozionante e ci ha dato la possibilità di fare esperienze nuove, incontrare persone interessanti e gentili e godere di un’enogastronomia di livello!

Ci siamo resi conto di non aver avuto tempo per visitare altri paesi ed altre attrazioni, ma sicuramente ci rifaremo un’altra volta!

Post correlati: