Chi ha mai visitato una città-fantasma?

Noi non avevamo mai vissuto questa esperienza e quando ne è capitata l’occasione, eccoci a Craco, una città fantasma in provincia di Matera, in Basilicata.

Craco, fino agli anni 60, era un piccolo paese di 2000 abitanti.
Poi, a causa di una lenta (per fortuna!) frana durata circa 3 anni, il paese ha inizato a “cedere” (era costruito sull’argilla) così da dovere essere evacuato per motivi di sicurezza.

Quello che non potè la paura e la frana, potè il terremoto in Irpinia del 1980, dopo il quale Craco venne definitivamente abbandonata per motivi di sicurezza.

Adesso si presenta come un affascinante borgo medievale dal panorama mozzafiato e dal fascino particolare.
Tutto intorno c’è un paesaggio quasi surreale, che non a caso è stato scelto come set per molti film (tra cui “Basilicata coast to coast” e “La passione di Cristo”)!

Come si fa a visitare Craco?
Il paese è chiuso per motivi di sicurezza e si può visitare solo una parte con una guida accompagnatrice e indossando un apposito caschetto.
Seguendo le indicazioni si deve arrivare alla Mediateca Comunale, qui si compra una Craco Card Daily da 10 o 15 euro a seconda del giro turistico che si vuole effettuare.

Da qui una guida preparata vi accompagnerà dentro la zona protetta di Craco, racconterà le varie storie e le varie cause che hanno portato all’abbandono di questo paese.

Il giro dura un’ora ed è una bella passeggiata tra le rovine di Cracco, e merita davvero.

Per maggiori informazioni basta cliccare QUI sul sito ufficiale del Comune di Craco.

Alla fine della nostra passeggiata, eccoci ad assaggiare il MIGLIORE PANINO DI CRACO (Unico….In tutti i Sensi)!!!

Qualcuno ancora vive ai confini del paesino, pronto a donare un sorriso malinconico ai passanti.
Noi ascoltiamo e ci teniamo dentro il cuore questa esperienza unica.

Alla prossima Avventura!!!

Post correlati: