Marettimo

Durante il nostro viaggio in Sicilia occidentale di una settimana abbiamo deciso di visitare Marettimo, la più lontana delle Isole Egadi.
Ecco quindi cosa fare a Marettimo, la nostra esperienza e tutti i consigli utili per visitare questa perla delle Isole Egadi.

Le Isole Egadi sono composte da Favignana (la più grande e sicuramente la più famosa!), Levanzo e Marettimo.
Durante il nostro viaggio avevamo deciso di visitare sicuramente Favignana, ma poi abbiamo deciso di visitare anche la più remota delle Isole Egadi ed è stata una scelta davvero azzeccata.

Perchè?

Prima di tutto perchè la maggior parte delle persone che parte da Trapani scende a Favignana, e molte meno persone si spingono fino a Marettimo.

Anche i tour in barca che partono da Favignana vanno generalmente a Levanzo, quindi diciamo che a Marettimo arriva solo chi veramente vuole vedere Marettimo!

Marettimo è un’isola ideale per gli amanti del trekking, della natura e della tranquillità.
Noi ci siamo stati solo un giorno, ma se avete bisogno di staccare la spina, fermatevi di più, è veramente il luogo ideale dove rilassarsi!

Che cosa fare a Marettimo una volta arrivati?

Ecco i nostri suggerimenti:

Visitare il Borgo di Marettimo:

Cosa fare a Marettimo

Chiesa di Marettimo

Una volta arrivati al porto, siamo andati alla scoperta del piccolo e delizioso borgo di Marettimo.

Il Borgo è piccolo, formato da casette bianche con porte e persiane blu che sono davvero un delizioso colpo all’occhio.

Nella via principale di Marettimo si trovano negozi, bar, panifici e alimentari dove potete prendere il pranzo al sacco per l’escursione in barca.

Si può vedere la chiesetta, il comune, qualche negozio e si può parlare con gli abitanti dell’isola, molto gentili e disponibili!

Si nota che c’è un bel fermento e una certa curiosità verso le persone che arrivano con l’aliscafo e si respira un’aria molto piacevole, tutta isolana.

La via principale collega lo Scalo Nuovo dove si arriva con l’aliscafo dallo Scalo Vecchio, il porto dei pescatori dove si trova la spiaggia di Scalo Vecchio e da dove partono le gite in barca.

Quando si arriva la mattina, c’è un via vai di persone che organizzano gite in barca, comprano il pranzo al sacco da portare in escursione, e la cittadina è davvero molto vivace.
La sera, la vita è molto tranquilla, relax e bellezza.

Fare un giro in barca a Marettimo:

In barca a Marettimo

Il modo più veloce per scoprire l’isola di Marettimo è fare un giro in barca.

La barca permette di scoprire posti dell’isola raggiungibili solo via mare (parte dell’isola è zona naturale protetta) e di vedere grotte davvero molto belle.

Noi abbiamo prenotato il nostro giro in barca con Pippo, trovando il contatto su Instagram.

Cosa fare a Marettimo

Marettimo con Pippo

La barca di Pippo è molto comoda e può ospitare la massimo 12 persone.

Il tour dura 3 ore e mezzo/4 ore e si fa il giro completo dell’isola di Marettimo (tempo permettendo) con soste bagno, visita delle grotte e spiegazione dell’isola con cenni storici (prezzo 30 euro a persona).

Pippo è davvero un personaggio molto simpatico, conosce l’isola alla perfezione ed ha un sacco di aneddoti da raccontare.

L’isola è davvero favolosa, il mare è cristallino e vederla con la barca è un’esperienza bellissima.

Super consigliato!

Trekking a Marettimo:

Cosa fare a Marettimo

Castello di Punta Troia

A Marettimo si possono fare dei percorsi di trekking favolosi, che regalano scorci e panorami vista mare spettacolari!

Il percorso più difficile è quello che porta a Monte Falcone, il punto più alto dell’isola, a quasi 700 metri di altezza.
Si impiegano circa 2 ore ed è un percorso impegnativo, servono assolutamente le scarpe da trekking.

Un altro sentiero molto battuto è quello che da Scalo Vecchio porta a Punta Troia, dove si trova il Castello di Punta Troia.

Anche questo percorso è abbastanza impegnativo, si impiega circa un’ora e mezzo per raggiungere il Castello.
Servono sicuramente scarpe da trekking. Il sentiero è sdrucciolevole e a strapiombo sul mare, quindi è bene fare molta attenzione e non improvvisare!

Da qui si ha una bellissima vista su tutta l’isola e splendidi panorami.
Il Castello è un po’ “scarno”, ma molto ricco di storia e nei mesi estivi si può prendere parte alla visita guidata (costo 4 euro).

Là vicino si può raggiungere a piedi una delle spiagge più belle di Marettimo, Scalo Maestro, una splendida caletta dai colori stupendi.
Il percorso per arrivarci è un pò disconnesso e non è adatto a tutti, l’alternativa è arrivarci con un taxi boat.

Se volete fare dei percorsi di trekking cercate di evitare le ore più calde della giornata e portatevi un cappello, acqua e crema solare protettiva.

Ci sono altri sentieri di trekking, ma è sempre meglio informarsi bene prima di partire perchè Marettimo è un’isola montuosa e i percorsi possono essere davvero molto faticosi.

Fare una degustazione di tonno a Marettimo:

Cosa fare a Marettimo

Degustazione di tonno

Si sa, la Sicilia è una terra famosa per il tonno e a Marettimo troverete ovunque prodotti a base di tonno, anche stranissimi.

Salame di tonno, bresaola di tonno, patè di tonno, tonno affumicato, bottarga di tonno, tonno salato, cuore di tonno e chi più ne ha più ne metta!

Dove provare i prodotti di tonnara?

Potete andare al Bar Onda Blu o alla carinissima Salumeria del Tonno.

Sono entrambe molto buone!
Buon appetito!

Scoprire le curiosità di Marettimo:

Foca monaca

Cercate nei pressi dello Scalo Nuovo la statua dedicata alla foca monaca di Marettimo!

L’opera fu realizzata da Giulio Bagada e rappresenta una femmina di foca monaca con il suo cucciolo a grandezza naturale.

Gli abitanti di Marettimo la chiamano affettuosamente “Mammarinu”, ed è un omaggio alle foche monache che fino a pochi anni fa frequentava le spiagge e le grotte dell’isola, ma che oggi rischia l’estinzione.

È ovviamente un richiamo al rispetto verso il mare e tutto l’ambiente in generale.

Divertitevi anche a cercare una targa molto particolare dedicata allo scrittore Samuel Butler.

Butler, studioso della mitologia greca, individuò Trapani e il Mediterraneo occidentale come il luogo dove l’Odissea si svolge e identificò Marettimo proprio come la Itaca dell’Odissea.

La targa si trova al Molo Nuovo, vicino alla statua della foca monaca.

Cosa fare a Marettimo

Targa di Butler

Ecco tutte le informazioni su cosa fare a Marettimo.

Adesso passiamo alle informazioni pratiche.

Come arrivare a Marettimo:

Noi siamo abbiamo raggiunto Marettimo da Trapani con l’aliscafo della Liberty Lines.

Siamo partiti alle 8.20 da Trapani, l’aliscafo si è fermato a Favignana, a Levanzo, ed infine è arrivato a Marettimo alle 9.40.

Abbiamo pagato quasi venti euro per questa tratta, comprando direttamente i biglietti sulla App della Liberty Lines, in modo da evitare file al porto di Trapani.

L’App è molto comoda e intuitiva.
Arrivando la mattina si può facilmente prendere parte all’escursione in barca (che in genere partono alle 10 e durano 3 ore) e poi ritornare nel pomeriggio (a Trapani, Levanzo o a Favignana come abbiamo fatto noi!).

Dove dormire a Marettimo:

Noi non abbiamo dormito a Marettimo, perchè nel periodo in cui siamo stati noi, a metà giugno, non si poteva prenotare per una notte sola, ma in quasi tutte le strutture era possibile solo prenotare dalle tre notti in su.

Se vuoi dormire a Marettimo puoi cercare un alloggio QUI.

Noi comunque siamo andati a Favignana e abbiamo passato altri due giorni sulla più grande delle Isole Egadi.

Dove mangiare a Marettimo:

Come abbiamo già scritto sopra potete scegliere:

  • Bar onda Blu, dove abbiamo provato la degustazione di tonno. Ottimi gli spaghetti vongole e pistacchio e la granita al gelso super rinfrescante!
  • Salumeria del Tonno, posticino grazioso dove fare aperitivi o dove prendere arancini sfiziosi (come quello con il pesce spada!).
  • La Cambusa, se non volete mangiare pesce, ma volete degustare prodotti di terra come formaggi, caponate, affettati, fa un ottimo apericena (20 euro con un calice di vino)!

Ecco tutto quello che c’è da sapere per una visita a Marettimo.

Marettimo si è rivelata un vero gioiello delle Egadi, a noi ci è piaciuta davvero molto.
Noi abbiamo organizzato tutto da soli con i contatti che avevamo, ma se volete potete organizzare un’escursione in giornata con partenza da Trapani.

Vuoi fare un’escursione guidata a Marettimo con partenza da Trapani?
CLICCA QUI!

Andate a Marettimo, ne rimarrete davvero stregati.

Alla prossima!

Link utili:

  • Marettimo con Pippo: noi abbiamo fatto il giro in barca con Pippo, trovi QUI il sito ufficiale e QUI il loro profilo Instagram.
  • Liberty Lines: trovi QUI il sito ufficiale dove trovare i collegamenti con Marettimo!

Articoli simili: