Durante il nostro viaggio di una settimana nella Sicilia occidentale, volevamo assolutamente visitare la Riserva dello Zingaro.
Abbiamo scelto di visitare la Riserva dello Zingaro in barca, ecco la nostra esperienza!

Riserva dello ZIngaro in barca

Noi e Mammarita

La Riserva dello Zingaro è una splendida riserva che si trova tra San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo e si può visitare a piedi o in barca (trovi QUI le differenze!).

Noi abbiamo deciso di visitare la Riserva dello Zingaro in barca perchè volevamo stare comodi, non fare troppa fatica (a piedi sarebbero stati 7 km sotto il sole e il caldo!) e ci volevamo fare un po’ coccolare.

La nostra scelta è andata sull’escursione in barca di Zingaro on boat, con un particolarissimo e simpatico gozzo di legno chiamato “Mammarita”.

Abbiamo scelto questa escursione della durata di 4 ore (dalle 10 alle 14) perchè non volevamo stare troppo tempo in mare e abbiamo pagato a Giugno 40 euro a persona.

Abbiamo scelto l’escursione con Mammarita perchè è una barca molto comoda, originale e soprattutto perchè può ospitare al massimo 8 persone.

Si parte da Castellammare del Golfo, il tempo di un caffè e siamo subito a bordo.

Riserva dello Zingaro in barca

Equipaggio

L’equipaggio è formato da noi, il nostro amico Federico e i simpaticissimi due ragazzi che organizzano l’escursione, Marco, il capitano, e Giusy, l’esplosiva e simpaticissima tuttofare.

La barca è comodissima, l’ambiente è molto intimo ed è un piacere fare la conoscenza dei ragazzi durante la navigazione.

Giusy è un fiume in piena, e ci descrive con passione come è nato il progetto di Zingaronboat e della loro deliziosa Mammarita.

Ci descrive la costa che è davvero molto bella e selvaggia.
Vediamo Cala Bianca, Cala Rossa e ci fermiamo per la prima sosta bagno fighissima: andiamo alla scoperta della Grotta Azzurra.

Giusy ci da in dotazione la maschera e andiamo insieme alla scoperta dei questa grotta che nasconde al suo interno dei riflessi azzurri bellissimi.
È davvero un’esperienza fantastica!

Riserva dello Zingaro in barca

Pirati a Scopello

Torniamo in navigazione e passiamo davanti alla carinissima Scopello.
L’acqua è favolosa, ci sono i tipici faraglioni e Giusy ci racconta la storia della storica tonnara di Scopello della famiglia Florio. Tutto molto bello e interessante.

Ripartiamo ed entriamo ufficialmente nella Riserva Naturale dello Zingaro.
Qui la natura la fa da padrone, la costa è selvaggia ed è puntellata da sette piccole calette una più carina dell’altra: Cala Capreria, Cala del Varo, Cala della Lisa, Cala Berretta, Cala Marinella, Cala dell’Uzzo e Cala Tonnarella dell’Uzzo.

Riserva dello Zingaro in barca

Riserva dello Zingaro

Sono tutte fantastiche e noi ci fermiamo per una sosta bagno in un’acqua fantastica, dalle mille sfumature di blu e azzurro.

Noi abbiamo fatto l’escursione a Giugno, quando non ci sono ancora troppe barche, e ce la siamo davvero goduta.

Abbiamo notato che le calette erano già abbastanza piene di gente, e visitare la Riserva dello Zingaro in barca ci ha permesso di non stare nella confusione.

Rientrando verso Castellammare del Golfo, Giusy ci ha preparato un buonissimo aperitivo con pane cunzato, stuzzichini locali, frutta e bevande come acqua e birra.
Si sa, il mare fa venire fame ed è stato tutto graditissimo!

Riserva dello Zingaro in barca

Aperitivo Time

Poi abbiamo fatto un’altra sosta bagno spettacolare sotto i faraglioni di Scopello.

Porto di Castellammare

Infine siamo rientrati a Castellammare del Golfo molto contenti per aver visto una bellissima zona della Sicilia in compagnia di due ragazzi speciali!

Se volete visitare la Riserva dello Zingaro in barca, vi consigliamo vivamente di farlo con Marco e Giusy, i ragazzi di Zingaronboat e della loro deliziosa barca Mammarita.

Sarà sicuramente una bellissima esperienza!

TRAVEL TIPS:

  • Se volete visitare la Riserva dello Zingaro in barca, Zingaronboat di Marco e Giusy è un’ottima scelta.
    Ecco tutte le informazioni utili:
    – L’escursione dura 4 ore, si parte o la mattina o il pomeriggio (noi abbiamo scelto il turno dalle 10 alle 14).
    – L’escursione parte dal porto di Castellammare del Golfo, arriva alla Riserva dello Zingaro passando dalla tonnara di Scopello, ma non arriva a San Vito Lo Capo.
    – L’escursione prevede tre comode soste bagno tra grotte e calette e aperitivo tipico con pane cunzato, frutta e stuzzichini. Bevande e birre sempre offerte.
    – L’imbarcazione si chiama Mammarita ed è un simpatico gozzo di legno cabinato che può ospitare al massimo 8 persone.
    – Il prezzo a Giugno è di 40 euro a persona.
  • Dopo il giro in barca, se siete affamati come noi, andate alla Varcuzza, una figgitoria proprio nel porto di Castellammare. Tutto molto buono, ma non molto dietetico! 😉

Link utili:

  • Ecco tutti i contatti di Marco e Giusy per organizzare l’escursione alla Riserva dello Zingaro in barca con Zingaronboat:
    Zingaronboat, il sito ufficiale di Marco e Giusy QUI!
    – Il profilo ufficiale di Zingaronboat su Instagram QUI!
    – Trovate i ragazzi di Zingaronboat anche su Tripadvisor QUI!

Articoli simili: