Giordania, Petra e la Strada dei Re

Visitare Petra e la Strada dei Re in un viaggio in Giordania Petra è un’esperienza imperdibile!

Petra è sicuramente un must da visitare in Giordania, una delle sette Meraviglie del Mondo.
Non a caso.

È infatti una di quelle esperienze che lasciano senza fiato.
Petra è un’antica città Nabatea (popolazione originaria della Giordania antica) piena di fascino, non solo per il Tesoro, la parte di Petra più ammirata e fotografata.

Ma andiamo con calma.

Durante il nostro viaggio (puoi trovare QUI il nostro itinerario) siamo partiti da Amman, abbiamo visitato il nord e siamo arrivati a Madaba (trovi QUI l’articolo), la città dei mosaici.

Dopo aver passato 3 giorni molto piacevoli a Madaba il nostro viaggio è continuato verso sud, attraversando la Strada dei Re per arrivare fino a Petra.

La Strada dei Re è una strada molto panoramica e percorre la parte centrale della Giordania.
Regala panorami splendidi e attrazioni da non perdere lungo i suoi 220 Km (più o meno).

Visitare Petra e la Strada dei Re

Umm Ar Rasas

Partiamo da Madaba la mattina presto, imbocchiamo la Strada dei Re, e dopo circa un’oretta di strada facciamo la prima deviazione verso Umm Ar Rasas.

Questo sito archeologico è Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO ed è molto interessante. Ci siamo fatti una bella passeggiata tra le rovine romane e la bella Chiesa di Santo Stefano, con gli immancabili mosaici (se venite da Madaba come noi ne avrete abbastanza di vedere mosaici! 😂).

A un paio di chilometri da qui sorge una misteriosa torre di pietra, stranamente senza scale, ma con inspiegabili finestre fino in cima! (Trovi QUI il video!)

Perchè? Forse in questa torre vivevano strani eremiti… ma strani veramente!😂

Giordania, Petra e la Strada dei Re

La Strada dei Re

Torniamo sulla Strada dei Re e continuiamo verso sud.

Il paesaggio è spettacolare. Si percorre una strada tra montagne desertiche, canyon (i cosiddetti wadi) e panorami mozzafiato!

Ad un certo punto si arriva al Wadi Mujib, la parte più spettacolare del viaggio.
Qui ci si può fermare per fare una foto (ne farete un milione) e per prendere un caffè molto panoramico negli “autogrill” che troverete (VIDEO QUI)

Il panorama è stupefacente: il canyon taglia in due montagne enormi creando un paesaggio quasi lunare.
In fondo si vede una lago (che poi è una diga) e una strada tortuosa.

Preparatevi perchè è proprio quella strada che dovrete percorrere!

È uno spettacolo passare tra le montagne e poi sul ciglio della diga, fantastico!

Castello di Karak

Proseguiamo ancora verso sud, prossimo stop il Castello di Karak!

Karak è una piccola cittadina molto caotica, sovrastata da uno splendido castello tenuto molto bene e molto interessante.
Il Castello è grande e sorge in un punto panoramico. Noi abbiamo fatto una bella passeggiata di un paio di ore.

Abbiamo fatto una passeggiata anche fuori dal castello, dove c’è una zona piena di bancarelle che vendono di tutto: frutta, verdure, polli (vivi, crudi o cotti 😂), vestiti e ovviamente noccioline e frutta secca (buonissima, abbiamo fatto una scorpacciata!)

Il viaggio continua.

A fine giornata siamo arrivati a Dana, un villaggio molto carino unico nel suo genere.

Dana è interamente costruito di pietra ed è arroccato su un precipizio ed offre un panorama spettacolare su tutta la vallata e sulla Biosfera di Dana.

Siamo arrivati giusto nell’ora del tramonto, ed era uno spettacolo!

Al Nawatef Camp

Per la notte ci siamo fermati là vicino, in un posto carinissimo, al Nawatef Camp.
È un campeggio rustico, situato in una posizione fantastica, proprio a ridosso di una scarpata, gestito da ragazzi molto simpatici e disponibili.

Dopo il tramonto si è creato subito un bell’ambiente nella saletta principale dove viene offerto il tè, litri di tè. Riscaldata con una stufetta a legna, si ha la possibilità di conoscere gli altri ragazzi ospiti della struttura, ed è un bel momento di aggregazione.

Poi si cena tutti insieme: riso, hummus, pollo, verdure, tutto è molto buono e l’atmosfera è veramente molto piacevole e conviviale!

Il giorno seguente, dopo un’abbondante colazione, proseguiamo il viaggio verso Petra.

Villaggio sperduto

Facciamo una deviazione per andare a visitare il Castello di Shobak.

Il Castello è molto bello, in una posizione panoramica incredibile, situato in mezzo al niente.

Prima di raggiungere il Castello abbiamo fatto una piccola deviazione verso un minuscolo villaggio.

Piccole case di pietra o scavate nella montagna, panni stesi al sole, bambini che fanno pascolare le capre (purtroppo!), sembra di essere tornati indietro nel tempo, incredibile!

È tutto molto pittoresco e caratteristico.

Sulla strada per il Castello ci fermiamo in un altro punto molto originale: l’albergo più piccolo del mondo!

L’albergo più piccolo del mondo

Un signore molto simpatico che ha un piccolo negozio di souvenir e caffè ha allestito/adibito/addobbato un vecchio Maggiolone e lo ha trasformato in un posto minuscolo dove si può passare la notte per solo 1 dollaro!

Il Maggiolone è minuscolo (noi probabilmente non ci saremo mai entrati), ma offre una vista stupenda sul Castello ed è carinissimo. Complimenti al signore per la sua idea fantastica!

E complimenti al marketing! 😂

Visitiamo il Castello e proseguiamo ancora verso sud.

Prossima fermata: Piccola Petra!

Giordania, Petra e la Strada dei Re

Piccola Petra

A una decina di chilometri a nord di Petra, infatti, si trova un altro sito storico simile a Petra, ma molto più piccolo.

È un posto delizioso, noi l’abbiamo trovato poco turistico (eravamo in 4 a visitarlo, forse andavano tutti a Petra!😂) e molto curioso.
Certo, non ha niente a che vedere con Petra, ma se si ha tempo è molto piacevole fare una visita di qualche ora per avere un’idea di quello che si vedrà a Petra (visitate rigorosamente prima Piccola Petra e poi Petra)

Attraversiamo un piccolo siq (corridoio scavato nella roccia) e andiamo alla scoperta di questa mini città Nabatea: ci sono edifici, tombe, un tempio molto bello, un triclinio (l’antica sala da pranzo Romana), un edificio con un bel soffitto decorato.

Un bell’assaggio di Petra!

Ad un certo punto, arrivati alla fine del siq, notiamo un cartello che indica una specie di sentiero verso il panorama più bello del mondo!

Visitare Petra e la Strada dei Re

Verso il Panorama più bello del mondo

Potevamo perdercelo? Ovviamente no!

E così ci siamo avviati, arrampicandoci letteralmente tra le rocce, in uno stretto passaggio nella tipica montagna di arenaria rossa.

Alla fine si arriva in uno spiazzo dove si ha una vista sulle montagne davvero spettacolare.
Non so se sia la vista più bella del mondo, ma sicuramente è molto bella!

Lì abbiamo trovato un ragazzo (uguale a Jack Sparrow!😂) che ha un piccolo negozio di souvenir.
Ci ha offerto dei dolcetti tipici giordani dolcissimi, ma molto buoni e abbiamo parlato un po’ stesi sui tappeti circondati dalle montagne.

Ci ha spiegato che organizza gite per arrivare a piedi a Petra (Petra e Piccola Petra sono collegate da un sentiero percorribile in 5 ore!).
In più offre la possibilità di dormire in grotta o tenda nelle montagne di Piccola Petra.

Noi non abbiamo provato l’esperienza (Michele aveva il ginocchio infiammato) che sarà sicuramente unica, anche se un po’ spartana.
Pernottamento più cena costa 20 JD (circa 25 euro), il ragazzo si chiama Awad e lo potete contattare con Whatsapp al +96 2799483109. 

Se decidete di chiamarlo e provare l’esperienza fateci sapere come va, siamo curiosi!😉
Potrà darvi qualche informazioni supplementare per visitare Petra e la Strada dei Re

Continuiamo il viaggio verso Petra.

Petra:

Petra merita un capitolo a parte.
Ecco i nostri consigli:

  • Visitare Petra e la Strada dei Re

    Petra

    Semplicemente favolosa, la visita di questo affascinante sito storico merita 2 giorni.
    Non saranno giorni facili, perchè il sito è enorme e camminerete tantissimo, tra masse di turisti, polvere e caldo, animali da tutte le parti (cammelli, asini, cavalli) e venditori ovunque.
    Noi siamo stati in una bella giornata di fine gennaio e ci siamo goduti l’intera giornata dall’alba alla chiusura.
    Siamo stati sicuramente in un periodo di bassa stagione, quindi il sito non era troppo affollato (a parte nelle ore centrali della giornata, quando arrivano gli escursionisti).
    Era gennaio ed era una bella giornata e faceva molto caldo. Non oso immaginare come sia visitare Petra e la Strada dei Re a piedi quando il caldo si fa veramente sentire. Attrezzatevi con cappellini e protezione solare.

  • L’orario migliore per vedere Petra e il Tesoro con una luce particolare è l’alba.
    Noi eravamo praticamente da soli, al fresco, ed è stata un’emozione incredibile!
  • L’entrata è compresa nel Jordan Pass, che permette di risparmiare un bel po’, specialmente se avete intenzione di visitare altre attrazioni del Paese.
    Le opzioni cambiano a seconda del numero delle entrate nel sito. Noi avevamo scelto il Jordan Pass per 2 giorni, ma alla fine abbiamo sfruttato un giorno intero, perchè siamo riusciti veramente a vedere tutto!
  • Abbiamo alloggiato a Wadi Musa. La cittadina è praticamente sorta grazie a Petra.
    Non è granchè, è ovviamente molto turistica ed è piena di hotel, ristoranti e negozi di souvenir.
    Ci siamo mossi in macchina e abbiamo raggiunto facilmente il sito. Poco più avanti dell’entrata c’è un parcheggio gratuito molto comodo.
    Non so se siamo stati fortunati o se eravamo in bassa stagione, ma ci siamo mossi autonomamente e abbiamo evitato di pagare il taxi (alcuni hotel offrono la navetta gratuita per Petra!)
  • Dall’entrata (dopo il Petra Visitor Center) dovrete camminare circa 800 metri per arrivare nel siq (enorme canyon scavato nella roccia molto suggestivo).
    Qui sarete letteralmente attaccati da guide autorizzate e non (quelle autorizzate hanno il tesserino e si trovano in un chiosco vicino al Petra Visitor Center). I prezzi sono fissi.
    Noi abbiamo visitato il sito autonomamente aiutandoci con la nostra fedele Lonely Planet.
    Le informazioni sulla Lonely Planet sono state per noi più che sufficienti!
  • Petra è fantastica. L’unica cosa negativa è che ci siano animali di ogni tipo sfruttati e maltrattati impiegati al trasporto. Sarete circondati da cammelli, asini, cavalli che trainano carrozze e venditori che vi offrono passaggi per arrivare ovunque a Petra.
    Noi non abbiamo ascoltato nessuno, abbiamo preferito camminare ed evitare la sofferenza di quei poveri animali.
  • Altro aspetto negativo: il lavoro minorile. Troverete tantissimi bambini che vi proporranno di accompagnarvi, di fare da guida ecc. ecc. Noi abbiamo gentilmente declinato.
    Visitare Petra e la Strada dei Re

    Il Tesoro dall’alto

  • Percorso il siq per un paio di chilometri, arriverete al Tesoro. Qui sarete ancora una volta tartassati da bambini che vi chiederanno di accompagnarvi in un posto segreto: dove si vede il Tesoro di fronte, dove tutti si fanno la foto.
    Il posto non è per niente segreto, non spendete i 10 euro che vi chiedono, ci sono delle scale alla sinistra del Tesoro che vi porteranno in quel punto panoramico. Molto affollato.
    L’alternativa è fare un trekking molto panoramico di circa un’oretta (inizia dalle Tombe Reali ed è molto bello) che vi porterà in un terrazzino proprio di fronte al Tesoro dove potrete prendere un bel caffè, senza la calca che contraddistingue le altre piazzole panoramiche.

Per il resto Petra è davvero fantastica!
Un’antica città Nabatea con un fascino immenso e tanta storia. È un sito davvero meraviglioso!

Percorrere il siq è fantastico: è una gola molto suggestiva e molto particolare.
Dopo un chilometro e mezzo si arriva al Tesoro, uno spettacolo!

Visitare Petra e la Strada dei Re

Petra

Da qui si snodano diversi percorsi, più o meno spettacolari.
Si può arrivare all’Altura del Sacrificio e godere del Panorama, camminare tra il Teatro, e le magnifiche Tombe Reali. Passeggiare nella tipica strada colonnata fino ad arrivare al Grande Tempio.
Ci sono diversi trekking più o meno faticosi, ma tutti affascinanti e tutti offrono un panorama da favola.

I più intraprendenti possono arrivare fino al Monastero dopo circa 1000 gradini.
In verità ce ne sono di meno e il percorso è fattibile e stupendo!

E poi ci sono negozi di souvenir (stranamente abbiamo trovato a Petra le calamite più economiche di tutta la Giordania!), beduini che vendono tè, caffè e snack di vario tipo nelle loro tende tipiche.

Insomma Petra è veramente favolosa, solo questa attrazione vale il viaggio e si spiega perchè sia una delle 7 Meraviglie del mondo!

Continuiamo il nostro viaggio verso sud, contenti e soddisfatti!

Vi consigliamo di Visitare Petra e la Strada dei Re, seguendo questi consigli:

TRAVEL TIPS:

  • La Strada dei Re è meravigliosa, noi consigliamo di percorrerla da nord a sud e di giorno, in modo da godere a pieno del panorama.
  • Visitare Petra e la Strada dei Re

    Al Nawatef Camp

    Consigliamo alla grande il Nawatef Camp, a Dana.
    È un posto fantastico, panoramico, in mezzo alla natura selvaggia.
    Si può dormire nelle tende o nelle camere in muratura. C’è il bagno in comune. Noi abbiamo pagato 19 euro a notte compreso di colazione buonissima e abbondante.
    Con 7 euro a testa abbiamo anche cenato.
    Nella saletta principale, con la stufa a legna, si crea un’atmosfera fantastica.
    Il ragazzo che gestisca la struttura è molto simpatico, offre tè a litri e dice sempre “Benvenuti in Giordania!”😂
    Questo ragazzo propone anche percorsi di trekking nella Biosfera a 10 euro. Noi però non l’abbiamo provata.

  • Se decidete di visitare Piccola Petra, fatelo prima di vedere Petra o rischierete di rimanere delusi!
    A noi è piaciuta molto perchè è un sito molto carino ma Petra… è Petra!
  • A Wadi Musa abbiamo mangiato per due volte al Reem  Beladi Restaurant, un ristorante proprio sulla strada tra Petra e Wadi Musa, impossibile non vederlo!
    Piatti abbondanti, cameriere simpatico, si può mangiare di tutto a prezzi più che onesti. Noi ci siamo abbuffati spendendo 13 euro a testa. Tè sempre offerto. Lo consigliamo!
  • Petra by Night si o no? Noi ci siamo stati e ci è piaciuta. Forse il prezzo è un po’ altino (20 euro a testa), ma vedere Petra di notte è uno spettacolo.
    Il Siq è fantastico tutto illuminato da candele e organizzano davanti al Tesoro un breve spettacolo di musica tradizionale. Si crea un’atmosfera molto suggestiva. Secondo noi è un peccato perderlo, una volta che si va…😂
    Gli spettacoli di Petra by Night si tengono solo il Lunedì, Mercoledì e Giovedì.

Link Utili:

  • Castello di Karak: Informazioni, consigli e curiosità!
  • Biosfera di Dana: Tante informazioni dal sito ufficiale del turismo della Giordania.
  • Villaggio di Dana: Il sito ufficiale del piccolo villaggio di pietra di Dana, per un turismo sostenibile.
  • Nawatef Camp: Lo spettacolare campeggio dove abbiamo pernottato nella Biosfera di Dana. Superconsigliato!
  • Petra: Il sito ufficiale di una delle 7 meraviglie del mondo (in inglese). QUI la versione in italiano.
  • Petra by night: qui il sito ufficiale per le informazioni, orari e date dello spettacolo. È possibile anche comprare i biglietti on line.

Post correlati: