Non pensavamo certo di essere tipi da Maldive, da resort e viaggi all inclusive a prezzi esorbitanti.
Ma tipi da Maldive fai da te si! 😉

Noi alle Maldive

Andiamo con calma.
Non abbiamo mai preso in considerazione troppo le Maldive.

Non siamo tipi da resort, da vacanze all inclusive dove tutto è organizzato.
Le Maldive non rappresentavano il nostro tipo di vacanza, nemmeno economicamente.

Certo, sono un paradiso terrestre.
Ci sono resort favolosi, capanne deluxe e bungalow over-water incredibili.

Ma non fanno per noi.

Organizzando il nostro viaggio in India però abbiamo trovato casualmente che da Cochin, in Kerala, nel sud dell’India, partono voli diretti per Malè, la capitale delle Maldive, a prezzi terribilmente economici.

Curiosando su Skyscanner infatti abbiamo trovato voli diretti a 100 euro a tratta.
E così ci siamo fatti ingolosire.

Maldive fai da te

Benvenuti alle Maldive

Abbiamo incominciato a cercare informazioni per organizzare un viaggio fai da te alle Maldive e piano piano abbiamo iniziato a creare il nostro viaggio proprio come lo volevamo fare.

Abbiamo capito che si, un viaggio alle Maldive fai da te si poteva organizzare.

Infatti le Maldive non sono solo resort.

Certo i resort sono magnifici, si trovano su isole esclusive e offrono tutti i confort.
E non ci sono solo resort carissimi, ma ci sono anche strutture low-cost adatte anche a chi non a un budget altissimo.

Noi abbiamo scelto di alloggiare in una guesthouse, o comunque in strutture ricettive situate sulle cosiddette isole dei pescatori.

Cosa vuol dire?

Maldive fai da teSignifica che non sono isole esclusive del resort, ma sono isole dove i maldiviani vivono e quindi lavorano, vanno a scuola, fanno sport.

Durante i nostri viaggi noi cerchiamo sempre di entrare in contatto con la popolazione, la cultura, il cibo locale.
Per noi è questa l’essenza del viaggio, e non certo quella di rinchiudersi in un resort ultra patinato.

E l’idea di vivere le Maldive in questo modo ci ha attratto tantissimo e quindi abbiamo deciso di andare alle Maldive in guesthouse!

PREMESSA:

Prima di fare una vacanza di questo tipo è bene informarsi bene, soprattutto per non rimanere delusi dalla vacanza o dalle proprie aspettative.

Bisogna sapere infatti che questo tipo di vacanza implica dei compromessi.

Le Maldive infatti sono un Paese musulmano e se si decide di andare in vacanza sulle loro isole e non nei resort dove tutto è concesso bisogna seguire alcune regole.

  • No alcol!
    Sulle isole dei pescatori non troverete alcolici, cocktail e compagnia bella. Fatevene una ragione!
  • No costume da bagno!
    Ma come, alle Maldive non si può stare in costume?
    Ebbene si, scordatevi di girare sulle isole in costume, canottiere o minigonna!
    Le donne maldiviane vanno in giro vestite con il burka, e sarebbe una bella mancanza di rispetto andare in giro mezzi nudi. Certo, anche i maldiviani si stanno abituando ad avere sempre più turisti che girano vestiti più o meno liberamente sulle loro isole, ma sarebbe una bella mancanza di rispetto verso la loro cultura!
  • No bagno al mare!
    Ma come, alle Maldive non si può fare il bagno al mare?
    No, non si può fare ovunque.
    Sulle isole dei pescatori ci sono spiagge adibite per fare il bagno, chiamate Bikini Beach.
    Nel resto dell’isola è vietato!

Bikini Beach

Volete approfondire le differenze tra una vacanza in resort e

una vacanza in guesthouse alle Maldive?

CLICCA QUI!

Se siete “disposti” ad accettare tutto questo, potete iniziare ad organizzare la vostra vacanza alle Maldive fai da te!

Maldive fai da te

Backpackers alle Maldive

Noi non ci abbiamo pensato nemmeno un secondo.
Non ci pesava rinunciare all’alcol (anche in vacanza), e potevamo sopravvivere al compromesso dell’abbigliamento e del bagno al mare.
E poi dall’altra parte della medaglia c’era la possibilità di entrare a contatto con una cultura diversa, in un paradiso terrestre. Vuoi mettere?

Quindi è iniziata la ricerca.

Avevamo 12 giorni da spendere alle Maldive a Dicembre, un po’ prima di Natale, quando è stagione turistica ma non altissima, non c’è affollamento, i prezzi ragionevoli e il clima è buono.

Vista la nostra repulsione a stare troppi giorni in un posto solo, abbiamo deciso di dividere i giorni in due isole diverse, in modo da vedere più posti.

Ma in quali isole?

Maldive fai da te

Atolli alle Maldive

Le Maldive contano 26 atolli, più di 1100 isole coralline, di cui “solo” 200 sono abitate.

Quindi dovevamo scegliere 2 isole tra 200.

Sinceramente, abbiamo subito scartato le isole troppo lontane, per evitare spostamenti lunghi in mare (perchè se c’è mare mosso non è divertente!) e evitare spostamenti in aereo o idrovolante che sicuramente sono ultra panoramici ma non volevamo spendere troppi soldi.

Abbiamo così optato per due isole vicino a Malè, la capitale e l’isola dove si trova l’Aeroporto Internazionale, una a nord e una a sud della capitale: Thulusdhoo e Maafushi.

In realtà abbiamo iniziato la ricerca dalle guesthouse, facendo delle ricerche su Booking.
Volevamo stare bene, non spendere una fortuna e rilassarci un po’ al mare.

Abbiamo scoperto un mondo.
Molte persone sconsigliano di prenotare su booking perchè c’è il rischio di trovare brutte sorprese.
Infatti può succedere che nel prezzo della camera non sia compreso il transfer dall’aeroporto, oppure delle tasse come la Green Tax, intorno ai 3 euro a persona a notte a secondo dell’isola.

Insomma, se volete evitare tutti questi fastidi, ma volete comunque avere una bella esperienza in guesthouse, ci sono un sacco di guesthouse a gestione italiana che si occuperanno di voi durante tutto il vostro soggiorno, offrendo servizi di qualità a prezzi super abbordabili, senza sorprese negative finali.

Eccone alcune:

  • Maldive Alternative:
    Offrono soggiorni di qualità super organizzati nelle loro guesthouse situate in tre isole diverse.
    Fanno pacchetti di una settimana all inclusive, con escursioni giornaliere, trasporti dall’aeroporto e tutte le spese incluse. Praticamente voi dovete solo prenotare e poi pensano a tutto loro in maniera impeccabile!
  • White Maakaana:
    Una guesthouse di qualità a gestione italiana sull’isola di Keyodhoo. Anche loro organizzano

    Maldive fai da te

    Samura Guesthouse

    soggiorni di una settimana da sabato a sabato con colazione, pranzo e cena, più una cena romantica sulla spiaggia e una cena in stile “maldiviano”. Escursioni giornaliere incluse.

  • Samura:
    Una guesthouse a gestione italiana direttamente sulla spiaggia di Thulusdhoo.
    In alta stagione il prezzo è di 125 euro a notte a persona con colazione, pranzo e cena.
    Il prezzo delle escursioni varia da 15 a 45 dollari. Il trasferimento da/per l’aeroporto costa 30 dollari a persona a tratta.
    La guesthouse è favolosa, l’abbiamo vista ed è la struttura dei sogni in spiaggia, dove ogni dettaglio è curato. Fatta di legno e ampie vetrate per niente invasive, direttamente sulla spiaggia attrezzata con baldacchini, ombrelloni, tutto molto carino.
Maldive fai da te

Benvenuti a Maafushi

Invece noi abbiamo organizzato tutto da soli.
Non volevamo sentirci legati alle formule all-inclusive e quindi abbiamo scelto le isole che offrono più servizi di ristorazione.
Per questo la scelta è caduta su Thulusdhoo e Maafushi.

A questo punto abbiamo iniziato a cercare sul mitico sito Atollo Transfer gli orari dei trasferimenti in barca tra le isole.
Infatti abbiamo optato per queste isole anche perchè non erano troppo distanti da Malè, circa una mezzoretta di barca veloce (che costa intorno ai 30 dollari a persona a tratta), oppure un’oretta e mezzo/due di trasporto pubblico, con la barca che usano i maldiviani per muoversi tra le isole (che costa 2 euro a tratta circa).

La barca veloce è veramente veloce e i maldiviani la guidano come pazzi.
Sicuramente è comoda e molto veloce.

Ferry alle Maldive

La barca, o ferry che usano i maldiviani al contrario è moooolto lenta. 😂
Tutta di legno, aperta, si ferma in tutte le isole, non ne salta una!
Noi ci siamo divertiti a prenderla, è una bella esperienza per viaggiare insieme ai maldiviani che trasportano le cose da/per Malè, che vanno al lavoro.
La consigliamo se avete molto tempo.
Da sottolineare che se il mare è mosso, si sente.
Ma non vi preoccupate che sono attrezzati con limone e secchi. 😂

Sul sito di Atollo Transfer ci sono tutti i collegamenti via mare e via aerea di tutti gli atolli delle Maldive.
Risultato: non si capisce niente!

Ma solo all’inizio, basta inquadrare un po’ in che atollo si vuole andare e vedere gli orari e i giorni in cui il ferry viaggia.
Da Malè a Thulusdhoo il ferry è il 308, mentre per andare a Maafushi si prende il 309, proprio come un autobus.

Orari Ferry per Thulusdhoo

Abbiamo incrociato gli orari con gli orari dei voli e la disponibilità delle strutture turistiche dove volevamo alloggiare e voilà, il programma era fatto!

Tratta Malè-Maafushi

Arrivo a Malè international Airport alle 10 di mattina.
-Visto che il ferry per Thulusdhoo partiva dopo parecchie ore abbiamo scelto di prenotare la nave veloce
-5 notti a Thulusdhoo
-Trasferimento a Malè con ferry locale
-Visita a Malè e pranzo in attesa del cambio ferry
-Ferry locale per Maafushi
-6 notti a Maafushi
-Ferry locale per Malè
-1 notte a Malè
-Volo di ritorno

Programma fatto, prenotazioni fatte, tutto pronto per la partenza!

Alla fine è stato proprio il viaggio costruito in base a quello che volevamo e cercavamo.
Maldive low-cost, in maniera autonoma, a contatto con le persone locali.

E che dire…

È stato un viaggio fantastico.

In totale fai da te, come i migliori viaggi targati “Firstep”!

Volete conoscere di più sul nostro viaggio alle Maldive?

CLICCA QUI!

Link utili:

  • Skyscanner: il miglior motore di ricerca per i voli (secondo noi!)
  • Atollo Transfer: Il sito ufficiale per i collegamenti tra le isole delle Maldive via mare o via aerea. È molto utile anche per capire la distanza del vostro resort/guesthouse da Malè.
  • Maldive Alternative: Una ottima scelta per trascorrere una super vacanza alle Maldive senza pensieri coccolati dallo staff per una settimana a prezzi abbordabili.
  • Samura Guesthouse: una splendida guesthouse gestita da italiani sull’isola di Thulusdhoo.
  • White Maakanaa Lodge: un’altra alternativa per trascorrere una bella vacanza in una guesthouse gestita da italiani con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Post correlati: