Cosa fare sul Gargano a primavera?

Il Gargano, lo sperone a nord della Puglia, è un territorio che viene considerato per lo più una meta estiva.

Primavera sul Gargano

Lo sapete che il Gargano è splendido anche a primavera, quando la natura torna a sbocciare dopo l’inverno ed è una meta spettacolare per gli amanti della natura?

La primavera è un periodo ideale per chi ama fare attività outdoor. Non fa ancora caldissimo, ma le giornate sono piacevoli, lunghe e soleggiate.
L’ideale per gli amanti delle camminate o della bicicletta.

Non c’è la confusione estiva. Scordatevi file, folla, ristoranti pieni.
Per noi è il periodo migliore per visitare i borghi sul Gargano con calma.
Il Gargano a primavera è meraviglioso ed è il posto ideale per chi vuole stare in pace e in tranquillità!

Quindi venite a scoprire insieme a noi cosa fare sul Gargano a Primavera!

  • Trekking sul Gargano:

Il Gargano è un vero paradiso per gli amanti del trekking.
Quali sono i percorsi più belli?
Ti consigliamo 3 percorsi adatti per questo periodo:

  • Foresta Umbra:

Foresta Umbra

È il polmone verde del Gargano.
Dichiarata Patrimonio dell’UNESCO dal 2017 per le sue faggete vetuste, è nel cuore del Parco Nazionale del Gargano.

C’è una grande varietà di sentieri, di livello turistico e livello escursionistico, con diverse lunghezze. Ce n’è per tutti i gusti!

La Foresta Umbra è facilmente raggiungibile, è gratuita, ed offre una varietà di paesaggi incredibili.

Si può raggiungere il punto centrale della foresta impostando sul navigatore o su Google Maps “Laghetto d’Umbra”.

In questo punto potete lasciare la macchina e raggiungere facilmente il Centro Informazioni (aperto da Giugno a Settembre) e visitare la riserva dei daini.

Dal Laghetto d’Umbra partono dei sentieri meravigliosi, ideali per fare una bella passeggiata, in autonomia o con la scelta di una guida che possa spiegare tutte le caratteristiche della flora e dalla fauna circostante.

Vuoi più informazioni sulla Foresta Umbra?
CLICCA QUI

  • Scannamugliera:

Scannamugliera

È l’antico sentiero che i pellegrini percorrevano per raggiungere Monte Sant’Angelo, cittadina del Gargano famosa per la sua Basilica di San Michele.

Il percorso parte dalla località di Macchia, vicino a Manfredonia e con un bel percorso panoramico si raggiunge Monte Sant’Angelo.

Il trekking non è facile, c’è un dislivello di quasi 800 metri e la vista è veramente meravigliosa, tra mare e monti.
In primavera, quando ancora non fa caldissimo e la natura è tutta in fiore, è il periodo migliore per percorrerlo.

  • Il Sentiero dell’Amore:

Gargano a primavera

Sentiero dell’Amore

È il nostro sentiero preferito del Gargano, “strapanoramico” e molto molto romantico (il nome è tutto un programma!).

È un percorso semplice, poco più di 3 chilometri che portano direttamente ad una delle baie più belle del Gargano, la Baia di Vignanotica.

Per trovare il punto iniziale del percorso basta impostare il navigatore o Google maps su “Sentiero Natura Baia dei Mergoli-Vignanotica”, il nome ufficiale del sentiero.

Qui c’è un piccolo spiazzo dove possono parcheggiare 2 o 3 automobili al massimo.
Si lascia la macchina e si inizia a camminare lungo questo splendido percorso.

Dopo appena 100 metri si ha la possibilità di vedere dall’alto Baia dei Faraglioni, una delle baie più famose del Gargano.

Gargano a primavera

Baia di Vignanotica

Il percorso fiancheggia il mare, con alternanza di viste meravigliose e zone alberate.
Consigliamo la visita mattutina, quando il sole è frontale e tutte le spiagge sono ben illuminate, condizione ideale per eseguire foto meravigliose.

Per raggiungere la spiaggia ricordatevi di girare a destra ad ogni bivio che incontrerete.

Arriverete a Vignanotica e rimarrete a bocca aperta.

A primavera la troverete deserta, tutta per voi.
Portatevi il costume perchè, se la giornata e la temperatura lo permettono, un bel tuffo non guasta (per i più coraggiosi e meno freddolosi!).
Il sole va dietro i monti il pomeriggio e le temperature si abbassano.

  • In giro per Borghi:

Il Gargano a primavera da la possibilità di visitare i suoi borghi con tranquillità, senza la folla estiva.

Quali sono i borghi più carini da visitare?

Gargano a primavera

Noi a Monte Sant’Angelo

Sicuramente Monte Sant’Angelo con la Basilica di San Michele, da vedere assolutamente.

Qui potete “gironzolare” e perdervi nel Rione Junno, il caratteristico e bianchissimo centro storico di Monte Sant’Angelo.
Un dedalo di stradine e vicoli che regaleranno scorci bellissimi e panorami incredibili.

Potreste visitare Vieste, la perla del Gargano, in una veste molto diversa da quella estiva, cmq meravigliosa, vi potrebbe stupire.

E poi Peschici, con il suo centro storico caratterizzato da stradine e laboratori di artigiani tutti da scoprire.
Se passate da Peschici, non perdetevi il gelato da Michel, ha gusti buonissimi e molto originali, creati con prodotti tipici del Gargano.
Avete mai assaggiato il gelato al caciocavallo? 😂

  • Alla ricerca delle orchidee selvatiche:

Gargano a primavera

Orchidee

Il Gargano è la terra delle orchidee selvatiche, si contano quasi 90 specie di cui alcune autoctone.
A primavera, quando tutto sul Gargano inizia a fiorire, è facile trovare diversi tipi di orchidea (fate attenzione a non schiacciarle).

È davvero affascinante e rilassante andare alla ricerca di orchidee selvatiche nel periodo della loro fioritura, tra aprile e maggio, a seconda del clima.

Sono fiori molto delicati che trovano un habitat ideale sul Promontorio del Gargano.
Le orchidee selvatiche sono un dono della natura, guai a staccarli o strapparli!

Dove trovare le orchidee selvatiche?
Ci sono molte zone del Gargano a primavera dove trovarle!
Ricordate di indossare scarpe da Trekking e si parte…
Ecco i tre sentieri che vi consigliamo di percorrere se volete trovare le orchidee selvatiche:

  • Il Sentiero di Monte Sacro:

Gargano a primavera

Indicazioni Monte Sacro

Monte Sacro si trova nei pressi di Mattinata, una zona molto rinomata tra aprile e maggio per gli amanti delle orchidee selvatiche.

Per trovare l’inizio del sentiero dovete seguire le indicazioni per l’Agriturismo di Monte Sacro.
La strada è un po’ impervia e stretta. Si sale una montagna fino a quando si trovano le indicazioni dell’inizio del sentiero, che porta fino all’Abbazia della Trinità, un posto splendido, raggiungibile solo a piedi.

Il sentiero è di livello escursionistico, non adatto tutti.

La prima parte è abbastanza facile, non c’è troppa pendenza, si ha una bella vista panoramica sulla spiaggia di Mattinata ed è qui che si ha probabilità maggiore di vedere le orchidee.

Noi vi consigliamo (se siete un po’ allenati e se avete le ginocchia buone) di raggiungere l’Abbazia di Monte Sacro.

Abbazia Monte Sacro

Certo, c’è una parte del percorso in salita, bisogna salire la montagna ed è un po’ “da fiatone”, ma quando arriverete in cima rimarrete a bocca aperta!

In cima troverete i resti dell’Abbazia Benedettina, un complesso enorme e importantissimo in passato. Consigliamo una visita con guida per poter apprezzare al meglio cucine, stalle, dormitori, e tanti altri ambienti.
Da non perdete assolutamente!

  • Il Sentiero di Monte Saraceno:

Monte Saraceno

Monte Saraceno è un breve sentiero che si trova nei pressi di Mattinata, dove con un buon occhio è facile trovare le orchidee selvatiche.

Il sentiero è panoramico, davvero una bella passeggiata.
Percorrendo il sentiero avrete una bella vista sulla spiaggia di Mattinata e sulla costa del Gargano.
La zona è molto affascinante, e con un po’ di attenzione potete scorgere la necropoli Dauna.

I Dauni furono un popolo di epoca preromana che visse in questi luoghi lasciando diverse tracce, come le tombe a forma di utero femminile, tipiche di questa civiltà antica.

Fate una bella passeggiata sul Monte Saraceno, questo sperone di roccia vi stupirà!

  • Pasqua sul Gargano:

La Pasqua è una festa molto importante in tutta la Puglia, e anche sul Gargano in questo periodo si può assistere a riti e tradizioni davvero molto particolari.

Fracchie di San Marco

Processioni, Via Crucis e riti tradizionali sono un po’ ovunque nei diversi comuni del Gargano, ma se volete vedere davvero una tradizione originale non potete perdervi le Fracchie a San Marco in Lamis, il Venerdì Santo di Pasqua.

Cosa sono le fracchie?

Le fracchie sono enormi roghi montati su dei carretti, trainati con fatica da squadre di uomini di ogni età, che seguono la statua della Vergine Maria per illuminare, secondo la credenza, il suo tragitto alla ricerca del figlio morto.
È veramente uno spettacolo e una tradizione unica da vedere!

  • Al mare sul Gargano:

Anche se non è ancora estate, il Gargano a primavera può avere splendide giornate di sole, ideali per una bella giornata al mare.

Se da un lato le spiagge a primavera ancora non hanno i servizi, dall’altro lato si ha la possibilità di vedere splendide spiagge completamente deserte o quasi.

Vi possiamo assicurare che sono meravigliose e avrete la spiaggia tutta per voi!

Dove si trovano questi posti da visitare?
Ecco una mappa dove sono segnati i trekking che vi abbiamo descritto e i borghi da vedere!

Il Gargano in Primavera

Insomma, visitare il Gargano a primavera vuol dire godere della sua natura selvaggia.
Venite, non ve ne pentirete!

Link utili:

  • Dove andiamo sul Gargano: il portale turistico del Gargano, con informazioni, consigli e attività da fare.
    Troverete ispirazioni per visitare il Gargano in modo Green, da fare con e senza guida

Post correlati: