Cosa fare alle Isole Tremiti?

Cosa fare alle Isole Tremiti

Isole Tremiti

Ecco il nostro racconto e i nostri consigli.

L’arcipelago delle Tremiti è formato da 5  piccole isolette al largo del nord della Puglia, tra Gargano e Abruzzo.

Le 5 isole sono: San Domino e San Nicola (le due isole più grandi, abitate e con più servizi), Capraia, Pianosa e  Cretaccio (le ultime tre sono disabitate), tutte molto vicine.

Le Tremiti sono un piccolo paradiso.
Il mare è cristallino, le calette deliziose e la natura è incredibile.

Ecco come vivere a pieno un’esperienza alle Isole Tremiti con i nostri consigli e segreti!

Come arrivare alle Isole Tremiti:

Si possono raggiungere le Isole Tremiti da varie località del Gargano (Vieste, Peschici e Rodi Garganico) con il traghetto.
Il tempo di percorrenza può variare a seconda del periodo, del mezzo usato e delle condizioni del mare.
Di solito da Vieste si impiegano 2 ore e 30, da Peschici 2 ore e da Rodi Garganico un’ora e mezzo di navigazione.
Il prezzo è di circa una quarantina di euro per persona andata e ritorno.
Il viaggio non è corto e il tempo da trascorrere alle Tremiti (alle 16,30 c’è il traghetto per tornare) si riduce, ma è una buona soluzione per chi è in vacanza sul Gargano e vuole fare un full day alle Isole Tremiti.

Una buona alternativa è quella di raggiungere le Isole Tremiti da Termoli, una piccola località sulla costa abruzzese.
Da Termoli il tempo di navigazione per le Tremiti è di appena un’ora e quindici minuti.
Il prezzo è leggermente più alto (dipende dai periodi) e la partenza dalle Tremiti è alle 17.30, così si ha la possibilità di stare più tempo sulle isole.

In elicottero

La terza alternativa è sicuramente la più comoda, costosa e più emozionante: l’elicottero!
Non è un modo di viaggiare da tutti i giorni, ma se volete fare un regalo particolare o vivere un’esperienza unica, è da fare tutta la vita!
Noi ci siamo fatti questo regalo quest’anno e ne è valsa davvero la pena! L’esperienza è favolosa e la comodità unica!
Si parte dall’eliporto di Foggia e in 20 minuti (20 minuti tutti panoramici!) si arriva a San Domino.
Se siete fortunati e l’elicottero fa scalo a Vieste vi godrete anche lo spettacolo del Gargano dall’alto, meraviglioso!
Noi abbiamo pagato 80 euro a persona andata e ritorno a Giugno (a Luglio e Agosto i prezzi ovviamente salgono e bisogna prenotare con largo anticipo!).

Sono arrivato alle Tremiti, e ora?

La maggior parte delle persone va alle Tremiti in giornata. Se arrivate alle Tremiti da Vieste, Peschici o Rodi Garganico, durante il viaggio in traghetto sarete assediati da persone che vi vogliono vendere assolutamente l’escursione in barca.
Per il costo di 15/20 euro a persona potrete fare l’escursione sul barcone che vi farà fare il giro delle isole, vi farà vedere alcune grotte marine e farete qualche sosta bagno (la più famosa è per vedere la statua di Padre Pio sott’acqua!).
L’acqua è bellissima, la natura incontaminata e le calette deliziose.
Purtroppo i barconi possono contenere fino a 100 persone e in alta stagione sono pienissimi. Il giro viene fatto sotto un sole cocente e si respira un po’ di smog delle barche.
Sicuramente è il metodo più veloce, comodo ed economico per avere un’idea dell’arcipelago.

Chi pernotta alle Isole Tremiti può optare per un‘escursione in barca che dura tutto il giorno compreso il pranzo. Questo tipo di imbarcazioni di solito ospita fino a una ventina di persone, hanno il tendalino e sono sicuramente un modo più rilassato per scoprire le isole.

L’alternativa è quella di noleggiare un gommone e andare alla scoperta dell’arcipelago in maniera autonoma.
Questi gommoni hanno 40 cavalli, non è necessario avere la patente nautica. Basta essere un po’ pratici e seguire le normali regole di buonsenso.
Possono contenere fino a 5 o 6 persone, quindi è ideale se si è un gruppo di amici.
In coppia diventa un po’ dispendioso (a seconda del periodo il noleggio del gommone può costare fino a 200 euro per l’intera giornata), ma sarà un’esperienza indimenticabile.
Grazie al gommoncino è infatti possibile sia entrare autonomamente nelle grotte, sia fermarsi in calette deserte e irraggiungibili via terra. Fantastico!

Cosa fare alle Isole Tremiti

Grotta del sale

Un altro modo per raggiungere le piccole calette è via terra.
Infatti a San Domino (l’isola più grande e più selvaggia) c’è un bel sentiero lungo una parte del perimetro dell’isola. Camminando si ha la possibilità di vedere scorci deliziosi e panorami mozzafiato.
Ogni dieci minuti c’è una deviazione verso calette, grotte o fari.
È un sentiero molto bello, consigliato a chi piace camminare o chi è abituato a farlo.
Infatti ci sono belle discese per raggiungere le calette e bisogna essere allenati almeno un po’.
Le calette sono minuscole e la maggior parte rocciose.
L’ideale sarebbe evitare di andare in alta stagione (luglio e agosto).

Bisognerebbe anche essere abituati a stare sugli scogli.
Comunque sono calette meravigliose e l’acqua pulitissima.
Possiamo consigliare Cala Matana (è minuscola, ma è comunque la più grande e c’è anche una parte attrezzata con ombrelloni e lettini), Cala del Sale (rocciosa e selvaggia), la vista dall’alto di Grotte delle Viole, la bella Punta di Zio Cesare (piccola e rocciosa) e la bella vista del faro.

Cosa fare alle Isole Tremiti

Cala dei Benedettini

Tornando indietro un’altra bella deviazione da fare assolutamente è Cala dei Benedettini.

È veramente deliziosa, c’è una parte privata (dove si trova il villaggio del Touring Club) e una parte libera, con la possibilità di affittare ombrelloni e sdraio.
Cala dei Benedettini è davvero molto bella, più grande delle altre e con discese facili per fare il bagno (ma attenzione ai ricci!). Da non perdere anche la vicina Cala degli Inglesi.

Se non volete camminare (caldo e stanchezza alla fine si fanno sentire), avete un’altra alternativa!

Da San Domino potete mettervi d’accordo con i barcaioli e farvi portare in una caletta deserta (raggiungibile solo via mare, quindi meno accessibile e si spera meno affollata) decidendo per l’orario di ritorno. In questo modo loro vi portano in una cala prescelta e ad un orario preciso vi vengono a riprendere. Il prezzo varia dai 10/15 euro a persona a seconda del periodo andata e ritorno.

Se avete bambini e volete spiaggia e le massime comodità, l’unica vera spiaggia con servizi raggiungibile facilmente è Cala delle Arene, proprio vicino al porto di San Domino.
Il fondale è basso e la spiaggia vicina a bar e ristoranti.
È piccola, quindi durante il periodo di alta stagione è molto affollata, specialmente nelle ore centrali.
In altri periodi è davvero un paradiso!

Tremiti, non solo mare!

Castello di San Nicola

Come abbiamo già descritto nel paragrafo precedente le Tremiti sono perfette per chi ama camminare e fare trekking, specialmente in bassa stagione, quando le persone sono poche e il caldo non così forte.
Mentre l’Isola di San Domino offre percorse di trekking in natura, tra pinete e scorci mozzafiato, sull’Isola di San Nicola si può fare una camminata più culturale.

Si può raggiungere San Nicola con il taxi-boat da San Domino (costa 5 euro a persona andata e ritorno).
Le due isole distano davvero 3 minuti di barca e le corse sono frequenti, ma informatevi sull’orario di ritorno!
Una volta arrivati a San Nicola c’è una bella salita lungo il bastione della fortezza percorribile a piedi per raggiungere il centro abitato che regala scorci meravigliosi e vedute panoramiche.
Si arriva nel piccolo paesino e continuando a camminare si entra nel nel Castello Angioino dei Badiali, davvero molto scenico.

Basilica di Santa Maria

Al suo interno potrete visitare la magnifica Abbazia di Santa Maria al Mare, che ospita all’interno un bellissimo mosaico pavimentale in pieno stile bizantino. Fantastico!

La leggenda vuole che un eremita arrivò sulle Isole Tremiti.
Gli apparve in sogno la Madonna che gli disse il punto preciso dove costruire l’Abbazia.
Quando l’eremita iniziò a scavare, trovò proprio in quel punto un grande tesoro, grazie al quale potè costruire l’Abbazia.

Ci sono anche due bei chiostri da visitare molto panoramici e continuando il sentiero si può arrivare in un punto ultrapanoramico da dove si vede l’Abbazia dal retro.

Davvero molto suggestivo!

Abbiamo provato a cercare la leggendaria tomba di Diomede (dovrebbe essere un buco in una montagna), ma sinceramente non l’abbiamo trovata.

Comunque una bella passeggiata nella parte più storica e culturale delle Isole Tremiti merita sicuramente!

La leggenda di Diomede:

Molte leggende legano il nome di Diomede alle Isole Tremiti, conosciute infatti anche con il nome di Isole Diomedee.
Quando Diomede creò il Gargano gli rimasero dei ciottoli, li gettò in mare e nacquero le Isole Tremiti, chiamate anche Isole Diomedee.
La leggenda, inoltre, narra che dopo la guerra di Troia, Diomede arrivò sulle Isole Tremiti con i suoi compagni, e qui morì (a San Nicola c’è la sua tomba, ma noi non l’abbiamo trovata!).
Venere, per compassione, trasformò i suoi compagni stravolti dal dolore in uccelli, o meglio in gabbiani particolari chiamati appunto Diomedee.
Il loro verso è molto simile ad un pianto. È il pianto di dolore dei compagni di Diomede che da quel tempo fanno la guardia alla sua tomba.

Le Isole Tremiti, un paradiso da proteggere:

Isole Tremiti

Le Isole Tremiti sono un piccolo paradiso terrestre.
Piccole ma incantevoli, racchiudono delle bellezze naturali incredibili: mare cristallino, sentieri nella natura, grotte marine, panorami mozzafiato.
Purtroppo a Luglio ed Agosto sono prese letteralmente d’assalto e il loro fascino è sostituito da molta confusione.
Le Tremiti hanno anche un fragile ecosistema naturale, e dovremmo un po’ tutti proteggerlo.
Purtroppo il turismo di massa, le numerose barche, e la quantità di persone che invade le Isole non aiuta.
Noi quindi straconsigliamo di visitarle in bassa stagione, quando il caldo non è soffocante e sono praticamente deserte. Godrete delle vere Isole Tremiti, selvagge e meravigliose!

TRAVEL TIPS:

  • Alle Tremiti ci sono pochissime spiagge e moltissime calette rocciose. Bisogna essere abbastanza abituati ad andare sugli scogli ed è assolutamente consigliato portarsi le scarpette adatte per camminare sulle rocce.
  • Portatevi sempre molta acqua perchè non è facile trovare bar e alimentari, specialmente lungo il sentiero di San Domino, quindi organizzatevi.
  • Non ci stancheremo mai di dirlo, se potete evitate i periodi di alta stagione, quando caldo e troppe persone potrebbero farvi innervosire.
  • La sera alle Tremiti non c’è movida. Ci sono, in alternativa, tanti ristorantini molto buoni, romantici, con specialità di pesce fresco.
  • Una bella attività da fare alle Tremiti, vista la bellezza del fondale, è organizzare una giornata per fare immersioni o snorkeling. Ci sono numerosi Diving Center che offrono la possibilità di fare questa esperienza.

Link Utili:

  • Informazioni utili sul sito isoletremiti.it
  • Il Sito di Alidaunia, dove è possibile comprare i voli per le Isole Tremiti QUI
  • Il Sito dei traghetti per raggiungere le Isole Tremiti. Tratte e biglietti on line. QUI

Post correlati: