Quando abbiamo deciso di passare un weekend lungo a Cracovia, abbiamo iniziato fin da subito a organizzare il viaggio, studiare che cosa vedere e come visitare Auschwitz, il famoso Campo di Concentramento e di Sterminio nazista.

Quindi ecco il racconto della nostra esperienza su come visitare Auschwitz da Cracovia.

Premessa:

Sì, perchè serve una premessa per come visitare Auschwitz.

Come visitare Auschwitz

Campo di Auschwitz

Tutti conosciamo benissimo la storia, abbiamo visto film, letto i libri, ascoltato i racconti sui campi di concentramento, ma penso che mai nessuno sarà pronto emotivamente per visitare questi luoghi.

Ti viene sbattuta una parte di storia crudele e incomprensibile in faccia.
Ti ritrovi dentro a un vortice di racconti di violenza disumana, di pratiche inspiegabili che la nostra guida ci ha illustrato con passione ed enorme riverenza verso il luogo.

Frastornati dai racconti e visibilmente emozionati, ad Auschwitz abbiamo provato una grande emozione, un profondo rispetto e tanta vergogna.

L’emozione che si prova è indescrivibile, il groppo alla gola che ci accompagna durante la visita è praticamente onnipresente.

Un profondo rispetto è quello che abbiamo provato verso il luogo e per le persone che qui hanno subito incredibili violenze o che hanno perso la vita.

Ed è per questo che Auschwitz non è un set cinematografico, nè il luogo dove fare foto o selfie a cuor leggero.
Non è neanche un luogo adatto ai bambini (si sconsiglia la visita ai bambini sotto ai 14 anni), che non potrebbero capire il luogo.

E inoltre la vergogna.

Sì, perchè si prova vergogna verso l’animo umano, e di come sia stato possibile far accadere tutto ciò.
Sembra impossibile solo pensarle certe violenze e torture, eppure… tutto è accaduto veramente!

Quindi è importante visitare questi luoghi non tanto per capire meglio (è impossibile dare un senso a quello che è successo!), ma per non dimenticare.
La Memoria è la cosa più più importante.

Sperando che fatti come questi non accadano più nella storia dell’umanità!

Come visitare Auschwitz

Targa Auschwitz

Come visitare Auschwitz da Cracovia:

Auschwitz in realtà è un complesso di campi di concentramento e la visita include Auschwitz e Birkenau.

I campi di Auschwitz-Birkenau distano circa 60 Km da Cracovia, e i due campi tra di loro distano circa 3 Km.
Anche se la maggior parte delle persone sceglie un tour organizzato, sappiate che si può raggiungere Auschwitz anche con i mezzi pubblici.

  • In treno: dalla stazione centrale di Cracovia parte il treno che in un’ora e mezzo circa vi porta alla stazione di Oświęcim, a circa 2,5 Km dai Campi, raggiungibile in bus. Costo 5 euro circa.
  • In bus: dalla stazione centrale dei bus di Cracovia parte l’autobus che in circa un’ora e quaranta vi porta ad Auschwitz. La fermata è proprio davanti ai campi, quindi molto comoda e più economica (il biglietto costa 3 euro).

Per muoversi tra i due campi che distano circa tre km potrete muovervi a piedi (ma è sconsigliato d’inverno per il freddo), oppure utilizzare i bus navetta gratuiti  che fanno la spola tra Auschwitz e Birkenau.

Vi consigliamo di organizzare la vostra visita ai campi anticipatamente (in alta stagione anche un paio di mesi prima) in modo da scegliere l’opzione che preferite.
Sconsigliamo di presentarsi direttamente in biglietteria, rischiereste di non trovare i biglietti per entrare.
Ecco alcune dritte per prenotare la visita (ma controllate sempre sul sito ufficiale QUI perchè le modalità di prenotazione cambiano spesso, così come gli orari di apertura):

  • Visita gratuita. Ebbene sì, l’ingresso ad Auschwitz è gratuito se si decide di visitare il campo in autonomia. Si deve comunque prenotare l’ingresso e la fascia oraria sul sito perchè faranno entrare un numero definito di persone a intervalli regolari in determinate fasce orarie della giornata (o mattina presto, o pomeriggio tardi).
    È la scelta ideale se volete prendere il vostro tempo per visitare i campi in piena libertà.
  • Visita con guida. Sempre prenotando dal sito, potete scegliere di visitare i campi con una guida. Se la scelta è questa e non avete troppa dimestichezza con le lingue straniere, vi consiglio di scegliere la guida in italiano (ce ne sono un paio al giorno) in modo da cogliere tutte le sfaccettature delle spiegazioni e dei racconti.
    In questo caso la visita dura un’ora e mezzo e il costo è di circa 15 euro.

La nostra esperienza:

Di solito viaggiamo sempre in autonomia e cerchiamo sempre di legarci il meno possibile a tour organizzati, orari fissi e guide.

Come visitare Auschwitz

Campo di Concentramento

Per la visita di Auschwitz abbiamo fatto un’eccezione.
Non volevamo essere troppo legati ad orari di mezzi pubblici e non volevamo avere pensieri riguardanti l’organizzazione.

Volevamo solo visitare i Campi e capire il più possibile di questa parte così crudele di storia e volevamo una guida che spiegasse il più possibile, possibilmente in italiano per non perderci nemmeno un particolare.

Così, circa un mesetto prima di partire, ci siamo messi a cercare on line tra i vari tour operator che offrono il servizio di trasporto da Cracovia più guida ed entrata nei campi di Auschwitz-Birkenau.

Quello che ci ha convinto di più è stato il tour di Civitatis.
Il tour dura 6 ore e mezzo, c’è il trasporto in bus da Cracovia andata e ritorno, l’entrata e la visita ai campi con trasporto in bus tra Auschwitz e Birkenau e la guida in Italiano per un costo di 40 euro più o meno.

Quando l’abbiamo comprato, c’era compreso il Pub Crowl, un tour serale tra 4 pub di Cracovia, carino ma forse più adatto a ragazzi più giovani di noi (roba da discotecari)!

Su Civitatis c’è anche la possibilità di unire nello stesso giorno la visita di Auschwitz con quella della Miniera di Sale, un’altra attrazione unica da non perdere quando si visita Cracovia.
La visita di Auschwitz è molto impegnativa (emotivamente più che fisicamente), quindi abbiamo preferito dedicare una giornata intera per i campi di concentramento e un’altra mezza giornata alla Miniera di Sale, vi consigliamo di fare lo stesso!

Il tour parte verso le sei e mezzo di mattina dalla fermata dei bus vicino alla Barbacana, tra la stazione centrale di Cracovia e il centro storico, molto facile da raggiungere.

Durante il viaggio verso Auschwitz (che durerà circa un’ora e mezzo) la guida vi farà un introduzione del tour e vi farà vedere un video esplicativo.

Una volta arrivati ad Auschwitz è tutto organizzato molto bene.
Vi vengono forniti degli auricolari per sentire le spiegazioni della guida, dolorose e appassionate.

Come visitare Auschwitz

“Il lavoro rende liberi”

Quando si entra nel campo oltrepassando la famosa scritta “Arbeit Macht Frei”, “cioè “Il lavoro rende liberi”, sembra di entrare in un film, o di essere tornati indietro nella storia.

Si cammina tra i vari blocchi ascoltando con molto interesse le spiegazioni e i racconti incredibilmente crudeli della guida, supportati dalle foto e dai pannelli.

Si visitano le enormi stanze dove sono conservati diversi oggetti appartenuti ai prigionieri e divisi per categorie.
Valigie, scarpe, vestiti, libri, addirittura protesi, ci fanno capire quante persone siano passate di qua e siano state spogliate di tutti i loro averi.
Davvero impressionante!

La cosa più impressionante è la vista dei forni crematori. Ci ha fatto rabbrividire, senza parole…

Il tour continua con il trasporto in bus a Birkenau, l’altro Campo di concentramento.

Si entra seguendo la ferrovia sui cui viaggiavano i treni pieni di deportati, visitando i vari capannoni con le funzioni di dormitori e latrine.

Dormitori a Birkenau

Latrine a Birkenau

Anche qui è davvero tutto impressionante!

Finito il tour, si ritorna a Cracovia senza voglia di visitare altro…

Il tour è molto bello, completo, ricco di informazioni e racconti.
Un grazie alla nostra guida, Vladimiro.
Bravo, gentile, non è facile per nessuno raccontare continuamente questi orrori!

Questa è stata la nostra esperienza. Per non dimenticare bisogna conoscere.

TRAVEL TIPS:

  • Nei Campi è proibito mangiare, quindi c’è il divieto assoluto di portare da mangiare dentro!
  • Nel tour che abbiamo fatto noi non sono inclusi pasti e bevande, quindi organizzatevi. Perchè se è vero che nei Campi non si può mangiare,  durante il tour ci saranno momenti per farlo!
  • Si può entrare nei Campi solo con una borsa piccola. Niente zaini nè borsoni, li dovrete lasciare nel bus.
  • Mettetevi scarpe comode per camminare

Link utili:

  • Clicca QUI se vuoi visitare il sito ufficiale del Campo di Concentramento Aushwitz-Birkenau e comprare i biglietti direttamente da qui!
  • Clicca QUI per vedere l’escursione che abbiamo fatto noi con Civitatis. È una delle migliori, ha più di 12000 recensioni positive, noi ci siamo trovati benissimo!

Post correlati: