Quando abbiamo deciso di visitare Barletta non pensavamo di trovare una cittadina così vivace e interessante.

Cosa visitare a Barletta

Vista di Barletta

A noi piace girare in lungo e in largo nella nostra bella Puglia, ma non ci eravamo mai soffermati troppo su Barletta.
Ci siamo ricreduti, Barletta ci ha sorpreso!

Siete pronti a scoprire cosa visitare a Barletta?

Barletta è una cittadina che si trova a nord di Bari, nella provincia BAT, formata appunto da Barletta, Andria e Trani.
Abbiamo esplorato questa zona (Barletta-Andria-Trani), e ne siamo rimasti davvero stupiti perchè sicuramente non è la zona più famosa della Puglia, ma ha tantissime cose da vedere nel giro di pochissimi chilometri.

Noi siamo stati a Barletta in una bella giornata primaverile, e abbiamo fatto davvero un bel giro.

Ecco cosa vedere a Barletta!

  • Lungomare Pietro Mennea

Ovviamente abbiamo iniziato la visita dal lungomare Mennea.
Ebbene si, Pietro Mennea, il famoso atleta e velocista era di Barletta, e quindi gli hanno dedicato il bel lungomare.

Abbiamo parcheggiato la macchina (ho paura che in piena estate non sia così facile trovare posto qui), e ci siamo inoltrati nel centro storico di Barletta, passando dalla famosa Porta Marina.

  • Porta Marina

Più che famosa, è l’unica porta rimasta delle sette che circondavano la città e collega il lungomare al centro storico.

Come non farsi una foto proprio sotto Porta Marina?

Cosa visitare a Barletta

Porta Marina

  • Pinacoteca De Nittis

Si trova nello splendido Palazzo della Marra, ed oltre ad esporre dipinti del pittore Giuseppe De Nittis, ospita anche esposizioni temporanee.

Il Palazzo è affascinante e la Pinacoteca interessante, guardate sul loro sito ufficiale QUI il calendario delle loro esposizioni.

Palazzo della Marra

  • Il Colosso di Barletta

Cosa visitare a Barletta

Il Colosso di Barletta

Devo dire la verità, volevamo venire a Barletta solo per vedere il famoso Colosso, che poi non è così Colosso, almeno in confronto a noi, che siamo quasi 4 metri in due!😂

Eraclio, o il Gigante di Barletta, è il vero simbolo della città.
È una statua di bronzo alta 5 metri che fu ritrovata su uno scoglio nel porto di Barletta.

La leggenda popolare vuole che la statua sia stata creata dallo scoglio, in realtà la statua era stata ordinata da Federico II di Svevia per abbellire città come Foggia o Melfi.

Purtroppo la nave che la trasportava naufragò e la statua fu ritrovata a Barletta.

Qui è rimasta ed è l’orgoglio degli abitanti di Barletta.

Questo perchè il Gigante Eraclio difese la sua città dai terribili Saraceni, almeno così dice la leggenda.

Si narra che, quando i Saraceni stavano per invandere la città pugliese, Eraclio scese dal piedistallo e si fece trovare fuori dalle mura della città che piangeva.

Quando arrivarono i Saraceni, un po’ intimoriti dalla stazza del Gigante, gli chiesero perchè stesse piangendo.
Eraclio rispose che era troppo piccolo e debole e gli abitanti di Barletta non lo facevano giocare con loro.
Ascoltando questa risposta, i Saraceni si spaventarono immaginando quanto fossero alti gli altri abitanti e scapparono, non attaccando la città.

Eraclio con questo stratagemma salvò la città e fu festeggiato da tutti gli abitanti.
Soddisfatto, tornò sul piedistallo e da quel giorno sorveglia la sua città dall’alto.

  • Basilica del Santo Sepolcro

Cosa visitare a Barletta

Basilica del Santo Sepolcro

È una delle principali Chiese di Barletta e si trova proprio alle spalle del Colosso.

Molto semplice, ma affascinante, merita di essere vista.

Nel passato ha ospitato Crociati e Pellegrini di ritorno dalla Terra Santa e custodisce il Tesoro proveniente dalla Terra Santa, ma noi non l’abbiamo visto (la sala che lo custodisce era chiusa).

  • Centro storico

Cosa visitare a Barletta

Centro storico di Barletta

Abbiamo visitato il centro storico di Barletta facendo una bella passeggiata lungo Via Duomo, il cuore della città.

È tutto molto pulito, vivace ed è tenuto davvero bene. Il centro storico è molto vivace la sera, specialmente d’estate, visto il gran numero di locali e ristoranti.

Ci sono negozi carini, e bei bar dove prendere un caffè e fare una pausa per arrivare poi dritti dritti al Castello di Barletta, passando sotto il Campanile del Duomo, senza dimenticarsi di visitare la Cattedrale di Santa Maria Maggiore, il Duomo di Barletta.

  • Duomo di Barletta

Cosa visitare a Barletta

Il Duomo di Barletta

La Cattedrale di Santa Maria Maggiore è il Duomo di Barletta ed è stupenda.

Arrivando dal centro storico, non si ha idea della grandezza del Duomo, perchè l’entrata è da una piccola viuzza.

La Cattedrale è enorme, una fusione di gotico e romanico, tipico della Puglia.

L’interno è pulito, molto affascinante.
Si può visitare la cripta percorrendo pavimenti in vetro, che permettono di vedere i resti della Basilica paleocristiana sulla quale è stato costruito il Duomo.
Il percorso si illumina con un sistema a tempo inserendo una moneta da due euro.

Da vedere assolutamente!

  • Castello di Barletta

Il Castello di Barletta

È semplicemente imponente e maestoso, a due passi dal mare e regala scorci e panorami molto belli.

Ospita il Museo Civico e la Galleria Antica, oltre a manifestazioni ed eventi.

Va visitato, è davvero molto bello, a noi è piaciuto perderci nelle stanze enormi del Castello.

Dal Castello si ha una bellissima vista del Duomo e del suo particolare campanile.

  • Cantina della Disfida

Cosa visitare a Barletta

La Cantina della Disfida

Tornando verso il lungomare abbiamo trovato questo posto curioso: la Cantina della Disfida.
Avevamo sentito dire che Barletta è anche soprannominata la città della disfida, ma non sapevamo perchè.

La Disfida di Barletta fu uno scontro, o meglio uno screzio, avvenuto in una cantina della città nel 1503.

Fu proprio in questa cantina che durante un banchetto, alcuni Francesi contestarono il valore dei soldati Italiani, accusandoli di codardia e tradimento.

Si decise di risolvere il dibattito con una sfida tra Francesi e Italiani per dimostrare il loro valore in battaglia.

E così il 13 febbraio 1503, 13 soldati Francesi sfidarono 13 soldati Italiani, guidati da Ettore Fieramosca ad un combattimento e, ovviamente, vinsero gli Italiani!😂

La Cantina è deliziosa, con l’esposizione di mobili del tempo, oggetti antichi, armature e costumi d’epoca, ci ha riportato al tempo della Disfida.

E qui è finita la nostra visita giornaliera a Barletta, ma se volete visitare un sito storico vicino davvero particolare, andate a Canne della Battaglia, a pochi km da Barletta.
Qui troverete un bel Parco Archeologico e una storia davvero interessante.
Canne della Battaglia è il luogo dove è avvenuta una delle importanti battaglia della storia con una grande sconfitta subita dagli antichi Romani ad opera dei Cartaginesi.
È il posto ideale per chi ama le strategie di guerra.

Volete più informazioni su Canne della Battaglia? 

TROVI QUI IL NOSTRO RACCONTO!

Al prossimo racconto!

Link utili:

Post correlati: